Comunicato Stampa: I Ragazzi di Villa Emma-ragazzi ebrei in fuga

Motori di ricerca: iscrivi gratis il tuo sito Free Submission: posizionamento nei motori di ricerca e nelle directory
iscrizione e registrazione gratuita su 200 motori di ricerca
 Le News
 Le Faq
 Amici a 4 zampe
 Pettorine Cani piccoli


COMUNICATI STAMPA
 Abbigliamento
 Alimentare
 Assicurazioni
 Servizi di consumo
 Comunicazione
 Cinema e Spettacolo
 Edilizia
 Editoria
 Eventi
 Internet
 Lavoro
 Musica
 Nautica
 Politica
 Software
 Sport
 Telefonia
 Turismo
 

 
Prova La Toolbar di Submission.it
La Toolbar e' gratuita ed e' un valido strumento per ricerche sui motori italiani ed internazionali.
Clicca qui per vedere tutte le caratteristiche.




FREE SUBMISSION
Iscrivi gratis il tuo sito su pi di 200 motori di ricerca mondiali
Clicca qui.



 Motore di Ricerca:

 

 Abbigliamento Cani

Felpe per Cani
Felpe per Cani ed accessori di abbiagliamento in vendita online: guarda tutti i modelli disponibili!
[DETTAGLI]
 


  E-MAIL:
 webmaster
 


SITI PARTNERS:
 Siti Aziendali
 Modellismo
 Vestiti per Cani
 

I Ragazzi di Villa Emma-ragazzi ebrei in fuga
28-10-2008

Anteprima nazionale a Nonantola domenica 9 novembre 2008 e a Roma martedì 11 novembre 2008 in onda mercoledì 12 novembre alle ore 08.05 e 00.40 su Rai Tre per La Storia siamo noi-Rai Educational diretta da Giovanni Minoli

Il documentario I ragazzi di Villa Emma di Aldo Zappalà, prodotto da RaiEducational e Village doc&Film in collaborazione con la Fondazione Villa Emma, con il patrocinio e contributo del Comune di Nonantola, della Provincia di Modena, dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia e Romagna e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, andrà in onda mercoledì 12 novembre, nella rubrica La storia siamo noi, alle ore 08.05 e 00.40 su Rai Tre.

Sono gli stessi ragazzi di allora, che oggi più anziani vivono per la maggior parte in Israele, a raccontare la storia della loro fuga avvenuta durante la seconda guerra mondiale.
73 ragazzini, per la maggior parte ebrei di origine tedesca, vengono prima accolti in Jugoslavia, poi in Slovenia, approdando infine, dal giugno del 1942, in Italia, a Nonantola, paesino di circa tremila abitanti nelle campagne vicino a Modena.
I ragazzi vivranno qui, ospitati a villa Emma, per poco più di un anno, fino a quando, dopo l’8 settembre 1943, la presenza tedesca a Modena si rafforza e la possibilità di un rastrellamento si fa sempre più concreta. I ragazzini sono allora nascosti dagli abitanti del paese e aiutati a fuggire a piccoli gruppi in Svizzera.
La storia di Villa Emma e dei bambini ebrei sottratti alla persecuzione nazista non può spiegarsi senza la generosità e il coraggio degli abitanti di Nonantola che fecero di tutto per stendere un invisibile muro protettivo attorno ai piccoli ebrei.
Tra loro si ricordano in particolare il parroco don Arrigo Beccari e il medico Giuseppe Moreali che nel 1965 sono stati riconosciuti Giusti tra le nazioni dallo Stato di Israele e a loro nome sono cresciuti due alberi al museo di Gerusalemme di Yad Vashem.


17 Giugno 1942 La storia dei ragazzi di Villa Emma
43 ragazzi ebrei in fuga dalla Jugoslavia verso la Palestina scendono alla stazione di Nonantola. Ad attenderli Villa Emma, residenza di campagna dove troveranno rifugio, tra paure e sogni in attesa della terra promessa. Nell'aprile del 1943 si aggiunge un secondo gruppo di 33 piccoli ebrei provenienti da Spalato.

In tutto, 73 ragazzi, dai 6 ai 21 anni, tutti orfani che avevano perso i genitori nei campi di concentramento. A Villa Emma i bambini e ragazzi vivono insieme ai loro accompagnatori e ai loro educatori, Josef Indig, Marco Schoky e il pianista Boris Jochverdson, in condizioni modeste. Eppure molti di loro ricordano quel periodo come uno dei più felici della loro vita.

La situazione cambia radicalmente dopo l'8 settembre 1943 con l'occupazione tedesca dell'Italia e l'arrivo delle truppe tedesche a Nonantola. Villa Emma viene abbandonata in meno di 48 ore e le ragazze e i ragazzi trovano rifugio nel seminario dell'Abbazia, accolti e curati da don Arrigo Beccari, e nelle case dei contadini, degli artigiani e negozianti dei dintorni.

Per sfuggire ai rastrellamenti tedeschi si organizza la fuga in Svizzera: tra il 28 settembre e il 16 ottobre 1943, di notte, i ragazzi guadarono il fiume Tresa e arrivarono in Svizzera da dove la maggior parte di loro, dopo una fuga durata 5 anni, arrivò in Palestina nel maggio del 1945.

Uno dei ragazzi, Salomon Papo, ammalatosi di tubercolosi e ricoverato nel sanatorio di Pavullo, sull’Appennino modenese, non riuscì a fuggire.
Il suo nome si ritrova nell'elenco di un convoglio per Auschwitz. Nel campo polacco morì anche Goffredo Pacifici, quarantenne genovese che si occupa del magazzino di Villa Emma ed è uno degli artefici della fuga in Svizzera: rimane in Italia per far espatriare altri gruppi di ebrei e viene catturato dai tedeschi a Ponte Tresa. Salomon Papo e Goffredo Pacifici sono i soli a non salvarsi tra i rifugiati a Villa Emma.



Azienda: Roberto Righetti - ufficio stampa



Questo Comunicato Stampa Ť pubblicato nella categoria Cultura, Cinema e Spettacolo

Altre Categorie di Comunicati Stampa:
Abbigliamento
Alimentare
Ambientalismo
Assicurazioni
Beni e Servizi di consumo
Comunicazione
Cultura, Cinema e Spettacolo
Edilizia
Editoria
Iniziative ed Eventi
Internet
Lavoro
Musica
Nautica
Politica
Software Informatica
Sport
Telefonia
Turismo

Per inviarci i tuoi Comunicati Stampa, scrivi a
segnalazioni@submission.it

Il Comunicato deve essere scritto all'interno della Email: non verranno accettate email con allegati di qualsiasi genere.


18 Luglio 2018
Torna in Home Page

I NOSTRI SERVIZI
Posizionamento
Registrazione a pagamento sui motori di ricerca
Siti ottimizzati
Siti e-commerce
Commercio Elettronico

Imprese di pulizia Milano
Porte blindate Milano
Pettorine per Cani

 

Motori di Ricerca

Cappotti per Cani
Cappotti per Cani: ampia collezione di cappotti per cani di diverse taglie e dimensioni...
[DETTAGLI]

Maglioni per Cani
Maglioni per Cani in lana e fibra sintetica, in diveri colori...
[DETTAGLI]


Disco volante di Goldrake
Modellino del Disco volante di Goldrake, colorato con i colori originali del famoso cartone animato giapponese

Croccantini per Gatti
Croccantini per Gatti della Royal Canin: diversi prodotti, per gatti esigenti.

Aggiungi questo sito ai tuoi preferiti
Imposta questo sito come Home page
 
Copyright 2002 Submission.it. Tutti i diritti riservati | Link srl | P.IVA 07849311001 | Privacy Policy